logoZazie_web

1

La crema viso antirughe – illuminante allo zafferano è quel sottile filo rosso che collega l’affascinante tradizione fitoterapica dello zafferano ai più recenti risultati della ricerca in campo dermocosmetico.

3

LA FILOSOFIA DI ZAZIE
Zazie Firenze è un brand che vuole instaurare con te una relazione fatta di idee ed emozioni, attraverso la realizzazione di prodotti studiati con estrema cura per offrirti, quotidianamente, un concentrato di benefici appaganti.

Panel 1 Placeholder
Panel 2

Prodotto

LA CREMA VISO ANTIRUGHE – ILLUMINANTE

scatola-OK-(1)

Una formula studiata con estrema cura per contrastare efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e restituire compattezza e luminosità alla pelle del viso.

I Peptidi presenti nella formula sono attivi di moderna concezione biochimica che agiscono come messaggeri cellulari, andando a stimolare la produzione di collagene ed elastina ed accellerando i naturali processi di rigenerazione della cute.
La corposa presenza di antiossidanti, data dal Crocus Sativus stigma extract (Zafferano) e dal Tocopherol (Vitamina E), difende la pelle dall’azione dannosa dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cellulare e favorisce l’integrità e l’elasticità della barriera cutanea.

Lo Zafferano, inoltre, contrasta le discromie cutanee e dona alla pelle del viso un colorito omogeneo e straordinari bagliori dorati.
La sua confortevole texture ad assorbimento immediato è ottenuta attraverso l’utilizzo di microingredienti idratanti che vengono assorbiti rapidamente dalla pelle per poi rilasciare gradualmente gli attivi in profondità.

BENEFICI

Combatte efficacemente le rughe, rilevando autonomamente il punto esatto dell’inestetismo cutaneo.
Le ricerche dimostrano che il 92% degli ingredienti bio-intelligenti presenti nella formula raggiungono la fonte dell’inestetismo, contro solamente il 9% degli ingredienti tradizionali.

  • Ha notevoli proprietà antiossidanti e contrasta con decisione i radicali liberi.
  • Migliora visibilmente l’aspetto del viso, che appare rinnovato nel tono e nel volume.
  • Svolge una decisa azione idratante e rimineralizzante.
  • Rinforza l’integrità e l’elasticità della barriera cutanea.
  • Uniforma il colorito, contrasta le macchie scure e dona alla pelle una straordinaria luminosità.
  • Ha una profumazione priva di allergeni, che minimizza il rischio di reazioni cutanee indesiderate e, in sottofondo, la nota naturale dello zafferano, cui già gli Antichi riconoscevano valore aromaterapeutico.

COMPOSIZIONE

Aqua (Water), Caprylic/capric triglyceride, Helianthus annuus (Sunflower) seed oil, Cetearyl olivate, Lauryl olivate, Sorbitan olivate, Propanediol, Tocopheryl acetate, Crocus sativus stigma extract, Tocopherol, Laminaria digitata extract, Diatomaceous earth, Lactic acid/glycolic acid copolymer, Polyvinyl alcohol, Heptapeptide-15 palmitate, Copper heptapeptide-14 pantothenate, Cetyl palmitate, Glycerin, Sorbitol, Dextran, Xanthan gum, Tetrasodium glutamate diacetate, Lecithin, Sodium polyacrylate, Parfum (Fragrance), Dimethicone, Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin.

Panel 3

Filosofia

ZAZIE firenze è un brand che vuole instaurare con Te una relazione fatta di idee ed emozioni, attraverso la realizzazione di prodotti studiati con estrema cura per offrirTi, quotidianamente, un concentrato di benefici appaganti.
Il nome Zazie è un omaggio ad una piccola-grande ed indimenticabile protagonista della letteratura francese, nata dalla penna di Raymond Queneau.
Immaginiamo Zazie arrivare a Firenze. E guardiamo Firenze con gli occhi curiosi ed indiscreti di Zazie, cercando negli elementi più insoliti e carichi di implicazioni la nostra chiave Aesthetica, “Cercati nei tuoi dettagli – Zazie è venuta a dirti – perchè è lì che tu sei Tu!“.

IMG_0425

“Qui, nella rigogliosa, tipicissima campagna toscana,
tra vigneti e uliveti secolari,
inaspettatamente,
ZAZIE incontra Zafferano.

Gli ha chiesto da dove provenisse, le ha raccontato una storia stravagante fatta di porti, bazar, antiche farmacie, trafugazioni, monaci indù, regine e banchetti imperiali.
In cammino da 3500 anni almeno, Zafferano ha percorso tutto il mondo lunga la Via della Seta e lungo la Francigena…
Questa storia noi oggi, a nostro modo, la raccontiamo a Te,
perchè Tu possa indossarla e farla anche Tua.”

 

CENNI SULLO ZAFFERANO

1445513627_zafferano

Il Crocus Sativus, o più comunemente Zafferano, è un fiore della famiglia delle iridacee, apprezzato e coltivato dall’uomo da almeno 3500 anni, per la gamma straordinaria di possibilità derivanti dall’impiego dei suoi stimmi.

Cleopatra lo utilizzava per dare alla pelle quel caratteristico colore dorato ed era solita aggiungere stimmi di zafferano all’acqua del suo bagno, prima di un incontro galante. I Greci ne facevano largo impiego per ricavarne fragranze per il corpo e per l’ambiente, poichè ne riconoscevano il valore aromaterapeutico. Il talamo di Zeus era cosparso di zafferano, certo per motivi sensuali ed il dio Ermes, consigliere degli innamorati, lo adoperava per risvegliare il desiderio.
Le giovani romane, come pure le fenice e le cartaginesi, tingevano di zafferano i loro veli da sposa ed anche le tonache dei monaci buddisti ed indù, dall’altra parte del mondo, devono il tradizionale colore all’estratto di zafferano, da sempre simbolo di ricchezza spirituale oltre che materiale.
Ricordato nelle opere di Ovidio, di Omero, di Virgilio, presente anche nel Cantico dei Cantici del Vecchio Testamento, lo zafferano ha fatto un millenario viaggio, per giungere intatto sino a noi, accompagnando la storia della civiltà sin dalla sue origini e caratterizzandone da sempre i rituali medici, etici ed estetici.

Ne fa menzione il papiro di Ebers, 1600 a.c. circa, testimonianza straordinaria della conoscenza medica e terapeutica degli Egizi. La vasta gamma delle sue proprietà è abbondantemente elencata nei testi della medicina ayurvedica e riconosciuta anche dalla fitoterapia ufficiale. L’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) dedica allo Stigma Croci un capitolo (pp.126 – 135) all’interno della raccolta WHO monographs on selected medical plants, Vol.3, 2007 descrivendone le caratteristiche organolettiche ed i numerosi benefici per l’organismo.

Originario dell’Asia Minore, fu introdotto in Europa dagli arabi ai tempi della conquista spagnola e, nonostante il tentativo da parte della Spagna di conservarne il monopolio attraverso l’emanazione di leggi che prevedevano la prigionia e persino la morte per chiunque ne tentasse la trafugazione, si diffuse capillarmente in Europa attraverso i grandi cammini dei pellegrini, degli esploratori e dei commercianti.

asia_minore_cartina_01.gif

La coltivazione dello zafferano in Italia è stata abbandonata per diversi secoli a causa degli alti costi dei bulbi e della faticosa procedura di raccolta, tutta rigorosamente manuale, per essere recuperata solo in epoca recente, con un rinnovato interesse verso gli innumerevoli usi alternativi a quelli gastronomici.

Le caratteristiche organolettiche che fanno dello zafferano la spezia più preziosa del mondo sono, infatti, da alcuni anni oggetto di ricerca di numerosi studi da parte di eminenti Istituti Universitari e di Ricerca sia in Italia che nel resto del mondo.
Questo rinnovato interesse culturale e scientifico fa pensare ad un vero e proprio Rinascimento per lo zafferano, al cui ipotetico manifesto Zazie firenze è quantomai lieta di aderire.

Panel 4

Contatti

LogoZf

ZAZIE firenze di Pina Chirico
Barberino Val d’Elsa – FI

PINA CHIRICO
Tel. (+39) 347 8466361
info@zaziefirenze.it
P.IVA: 02866810308


Richiesta informazioni: